giorno 13

Ho capito, per fare bene le cose bisognerebbe un giorno correre/camminare e l’altro dedicarsi ad aggiornare il sito. A rsaccontare un po’ la giornata il paesaggio le senzazioni, perchè a quest’ora gli occhi si chiudono e soprattutto il cervello ha smesso di funzionare.

Ma due righe riesco a scriverle.

Oggi è partito Valerio per primo e a me è toccato spostare aventi l’automobile. Ecco, se una cosa mi pesa è proprio questa. Guidare su strade che non conosco e cercare la località dove lasciare la macchina. A parte la mia totale incapacità ad orientarmi, anche i cartelli stradali non aiutano. Certe località o non appaiono mai oppure sono segnalate con piccolissimi cartelli proprio sull’incrocio che devi prendere. Quindi quando lascio la vettura e comincio la mia tappa è una goduria.

Anche oggi il percorso si svolgeva tra piccole colline e coltivazioni varie. Una parte, l’ultima invece ci faceva percorrere un bosco fitto di conifere. Le colline, molto belle da vedere hanno lo svantaggio di essere appunto..colline quindi sali scendi a non finire.

Il solito rendez-vous verso le 13 a Setoux. Pane e formaggi francesi e poi via verso Tence.

Siamo a pochi (40) chilometri da Le Puy en Velay domani a mezogiorno dovremmo esserci.

 

 

 

Lascia un commento