LA VIA DEGLI DEI

Bologna – Bordano – Madonna dei Fornelli – Sant’Agata – Bivigliano – Firenze  (5 tappe)

Inizio spettacolare percorrendo, in salita, il portico che  con i suoi 3800 metri di sviluppo e le sue 666 arcate è considerato il più lungo del mondo. Dai primi del ‘700 protegge pellegrini e visitatori nella loro salita al Santuario di San Luca ai quali oggi si aggiungono i podisti con i loro cronometri.

Solo dopo la discesa fino al Reno e alcuni chilometri lungo le sue sponde attacchiamo le salite che ci porteranno a scollinare al passo della Futa.

La tappa che ci porta al passo della Futa è stato l’unico giorno senza sole. Sin dal primo mattino ci siamo trovati immersi in una fitta nebbia che ha reso ancora più suggestivo l’incontro con l’ acciotolato della Via Flaminia Militare costruita nel 187 a.C. per collegare Fiesole a Bologna. Se chiudiamo gli occhi e stiamo in ascolto forse possiamo magari sentire l’avanzare delle legioni romane!

Il giorno dopo, con il sole ritrovato, la Toscana si presenta in tutta la sua bellezza: fortezze, castelli, borghi solitari, ondulazioni spezzate da file di cipressi e poi laggiù, al di là di un prato ormai autunnale, la Cupola del Duomo capace di suscitare in noi una miscela di gioia, per la meta quasi raggiunta,e nostalgia per i giorni ormai passati.

Al Monte Adone .Chi sarà il più bello?

 

IMG_4472

 

 

 

Lascia un commento